Controlli e liti

Redditi, rimborsi e Catasto: l’Agenzia apre i suoi dati a Comuni e altre Pa ma una convenzione fisserà i paletti

Stop alle richieste duplicate dei dati più vicina. L’agenzia delle Entrate «apre» i suoi database per metttersi a disposizione delle pubbliche amministrazioni centrali e locali in modo da non dover più costringere cittadini e imprese a fornire più volte informazioni di cui la Pa italiana è già a conoscenza: il cosiddetto «once only». Si avvia così il percorso per l’attuazione dell’articolo 264 del decreto Rilancio (Dl 34/2020) che ha previsto che le
Pa che detengono i dati ne assicurino la fruizione...