Controlli e liti

Corte Ue: l’eccedenza dell’Iva va rimborsata in tempi ragionevoli

di Andrea Taglioni

L’eccedenza dell’Iva deve essere rimborsata al contribuente entro un termine ragionevole e, per il principio di neutralità dell’imposta, l’indisponibilità finanziaria delle somme devono essere compensate con il pagamento degli interessi di mora.
Il differimento del rimborso non può essere giustificato dall’avvio di una verifica fiscale che non deve prolungarsi oltre i termini necessari alla sua conclusione, e dall’irrogazione della sanzione per la mancata collaborazione del contribuente.
Questo è ...