Controlli e liti

Frontalieri, la Svizzera rinuncia al casellario

di Alessandro Galimberti

Il Consiglio di Stato (governo) del Canton Ticino ha abrogato ieri la norma in vigore da due anni che esigeva il casellario penale per i 47mila lavoratori frontalieri italiani.

Il dietrofront si spiega con la volontà della Svizzera di chiudere l’accordo sulla tassazione dei frontalieri (parte della road map fiscale firmata a Milano due anni fa) prima delle elezioni politiche italiane. La portavoce della segreteria di Stato di Berna per le questioni finanziarie, Anne Cesard, ha espresso...