L'esperto rispondeImposte

Iva, buoni regalo senza obbligo di fattura

di Stefano Setti

La domanda

Lavoro in un piccolo supermercato a conduzione familiare e volevamo proporre ai nostri clienti dei buoni regalo. In altre parole, vorremmo proporre alle aziende circostanti dei buoni regalo da distribuire ai propri dipendenti. Ho effettuato alcune ricerche e, con riferimento alla risoluzione 21/E del 22 febbraio 2011, ho appurato che la circolazione dei buoni dev'essere trattata come una cessione di denaro o di credito, per cui è esclusa dal campo di applicazione Iva. All'atto di cessione dei buoni regalo, devo emettere fattura? Altrimenti, come posso giustificare il passaggio di denaro tra l'azienda emittente e l'azienda ricevente i buoni? Se devo emettere fattura, come sarà registrata nella contabilità del cliente o dell'azienda cessionaria?

Nel caso in esame l'operazione, come correttamente osservato dal lettore, è fuori campo Iva ex articolo 2, comma 3, lettera a, del Dpr 633/1972 (cessione di denaro – così come chiarito dalla risoluzione 21/E/2011). Essendo l'operazione esclusa da Iva, non vi è l'obbligo di emissione della fattura, in quanto non si è in presenza di cessione di beni né di prestazione di servizi.