Professione

Gli studi professionali restano aperti: prevalgono le indicazioni del Governo

di Alessandro Galimberti, Oreste Pollicino e Giulio Enea Vigevani

Per ora i professionisti continuano a garantire i servizi essenziali anche nelle Regioni che hanno adottato l’orientamento più restrittivo, vale a dire in Lombardia e Piemonte. In attesa di una norma di interpretazione autentica, depone in tal senso la lettura costituzionale delle norme d’urgenza varate dal Governo per fronteggiare l’epidemia.

In attesa di una prognosi chiara e autentica sull’interazione tra ordinanze regionali e decretazione del premier, chiesta direttamente al Viminale dal Governatore lombardo Attilio Fontana, gli studi professionali delle Regioni più restrittive (Lombardia e Piemonte) restano in trincea, vale a dire - fuori di metafora - dentro i propri uffici.

La scelta, di prassi necessitata e urgente, è stata adottata dai rappresentanti di categoria, a cominciare dai commercialisti: «Noi abbiamo dato un’interpretazione...