Finanza

Scambio dati, assimilabili attività cripto e finanziarie

di Marco Piazza e Roberto Torre

Ai fini dello scambio automatico d'informazioni, l'Ocse sembra orientato a trattare le cripto-attività come le attività finanziarie e gli exchange ed i wallet provider, residenti in uno Stato aderente allo scambio d'informazioni, alla stregua delle “istituzioni di custodia” o delle “entità d'investimento”, che già nell'ambito del Common reporting standard (Crs) scambiano le informazioni sui conti detenuti dai clienti residenti nei Paesi che hanno implementato il Crs stesso. È quanto si può desumere...