L'esperto rispondeImposte

Regime degli impatriati solo per i redditi prodotti in Italia

di Giovanni Petruzzellis

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La domanda

Un cittadino nato in Italia, trasferito all’estero (Ue) da più di cinque anni, laureato, rientra in Italia e apre la partita Iva come lavoratore autonomo. Presterà servizi a una ditta committente italiana, a una spagnola ed a una slovacca. Per fare questo, dovrà recarsi per brevi soggiorni in Spagna e in Slovacchia. L’agevolazione fiscale del regime degli impatriati spetta per il fatturato complessivo che verrà emesso (compreso quello nei confronti delle società estere) o solo per il fatturato alla società italiana?
G. G. - Genova

Le agevolazioni previste nell’ambito del regime speciale per i lavoratori impatriati, di cui all’articolo 16 del decreto legislativo 147/2015, sono applicabili ai soli redditi che si considerano prodotti nel territorio dello Stato. Come chiarito nella circolare 17/E del 2017, tale limitazione è in linea con la finalità della norma tesa ad agevolare i soggetti che si trasferiscono in Italia per svolgervi la loro attività. Per individuare tali redditi, il documento di prassi rinvia ai criteri di collegamento...