L'esperto rispondeAdempimenti

Aiuti di Stato, la compilazione del quadro RS non sostituisce l’autodichiarazione

di Gabriele Ferlito

Contenuto esclusivo Norme & Tributi Plus

La domanda

In un articolo di risposta a domanda dello scorso 8 luglio 2022, viene trattato in maniera esaustiva l’argomento sulla dichiarazione degli aiuti Covid. Nutro tuttavia ancora un dubbio. Dando per certa l’autodichiarazione prorogata al 30 novembre 2022, per quanto concerne le dichiarazioni dei redditi che si riferiscono al 2021, in corso di compilazione, per i contribuenti che nel 2021 hanno ricevuto aiuti Covid, va obbligatoriamente compilato il quadro RS o si può evitare dovendo poi riportare comunque queste informazioni nell’autodichiarazione del prossimo 30 novembre? In subordine, se, in occasione del contributo perequativo dello scorso dicembre 2021, i contribuenti hanno riepilogato tutti gli aiuti avuti fino a quel momento, e ora si compilasse il quadro RS con tutti quelli percepiti fino a questo momento storico, si potrebbe evitare l’autodichiarazione del prossimo 30 novemre?
T.M. – Frosinone

Quanto al primo quesito, si conferma che va compilato il quadro RS della dichiarazione. Lo si ricava dalle istruzioni alla compilazione della dichiarazione dei redditi, in particolare nella parte relativa al prospetto degli aiuti Stato, dove si legge che «Nel presente prospetto non vanno indicati i dati relativi agli aiuti di Stato che rientrano nell'ambito del ... Temporary framework e successive modifiche, i cui dati necessari per la registrazione nel Rna (ad esempio, forma giuridica, dimensione...