Diritto

Lista Dubai e richieste di dati: i due fronti della lotta al nero

di Alessandro Galimberti

L’agenzia delle Entrate accetterà l’offerta del Fisco tedesco dei nomi «sensibili». Intanto la Gdf chiederà agli intermediari finanziari le movimentazioni estere superiori a 15 mila euro

Analisi di dati interni al sistema finanziario nazionale e acquisizione di elenchi, già disponibili sul “mercato” internazionale delle black list, di presunti evasori.

A sei anni dal varo della prima - e di fatto rimasta unica - campagna di richiamo del nero extra-confini (la Voluntary disclosure del 2015, replicata senza successo due anni dopo), e all’uscita dalla più grave crisi economica dai dopoguerra, l’amministrazione finanziaria apre un altro capitolo nella ricerca dei “no vax” della trasparenza...