Imposte

Cfc, doppio regime sulle variazioni temporanee con effetti sul tax rate

di Alessandro Saini

Nel calcolo della tassazione effettiva estera, qualora occorra neutralizzare le variazioni temporanee estere dal riversamento non predeterminato che prevedono un’anticipata imposizione di componenti positivi di reddito e una posticipata deduzione di componenti negativi, la tassazione effettiva estera risulterebbe inferiore a quella reale, mentre l’opposta previsione per la tassazione domestica ne determinerebbe un incremento, con il rischio di identificare Cfc non reali.

Le disposizioni introdotte nello schema di provvedimento delle Entrate sulle Cfc (rimasto in consultazione fino al 6 agosto 2021 e su cui sono arrivati i contributi di associazioni di categoria e addetti ai lavori: si veda l’articolo di Alessandro Germani) con riferimento alla neutralizzazione delle variazioni temporanee a riversamento non certo e predeterminato ai fini della determinazione della tassazione effettiva estera e della tassazione virtuale interna possono determinare penalizzazioni, identificando...