Controlli e liti

Alla Corte Ue l’indetraibilità dell’Iva per società bocciate al test operatività

di Laura Ambrosi

L’ordinanza 16091/2022 della Cassazione contesta il difetto assoluto di soggetto passivo per le realtà di comodo. Dubbi sulla possibile violazione del principio di neutralità dell’imposta

Possibile violazione del diritto unionale rispetto all’indetraibilità dell’Iva prevista per le società di comodo: la norma nazionale, infatti, potrebbe violare il diritto di neutralità dell'imposta nel presupposto che l’ente rimarrebbe definitivamente inciso senza alcuna possibilità di rivalsa. A rinviare la decisione alla Corte di Giustizia è la Cassazione con l'ordinanza interlocutoria 16091/2022 depositata il 19 maggio.

La vicenda trae origine dall’indetraibilità dell’Iva in capo a una società ...