Controlli e liti

L’atto impositivo non si può modificare durante il contenzioso

di Laura Ambrosi

L’ufficio non può modificare o integrare la motivazione dell’atto impositivo notificato nel corso del giudizio: la motivazione, infatti, garantisce il diritto di difesa del contribuente ed eventuali modifiche sostanziali devono essere formalizzate con un nuovo provvedimento. La precisazione arriva dalla Cassazione con l’ordinanza 20933/2022.

La vicenda trae origine da un avviso di rettifica e liquidazione notificato dall’agenzia delle Entrate a una contribuente per l’imposta di successione.

In particolare...