L'esperto rispondeImposte

Affitto d’azienda, la cessione del contratto non genera plusvalenza per l’affittuario

di Gianluca Dan

La domanda

Una Snc Beta ha affittato l’azienda ad una Srl Alfa nel 2012. Negli anni, la Srl Alfa ha acquistato nuovi beni strumentali in sostituzione di quelli detenuti in affitto ormai obsoleti, ottenendo da Beta una riduzione del canone pattuito. Inoltre, nel 2014 Alfa ha acquistato una un capannone adiacente a quello detenuto in forza del contratto di affitto di azienda per ampliamento attività. Oggi Alfa intende cedere il contratto di affitto d’azienda ad una Srl Omega con il consenso di Beta. Il subentro avverrebbe senza costi per Omega a cui verrà intestato il contratto di affitto d’azienda con accollo del debito per Tfr (trattamento fine rapporto) e ratei maturati dai dipendenti, restano a carico di Alfa il resto dei debiti e crediti. L’immobile di Alfa verrà affittato con contratto a parte alla subentrante Omega. Si chiede se, a parte l’immobile, i beni strumentali al valore residuo e le merci della Alfa passino alla Omega con il solo atto notarile di cessione e in neutralità fiscale, senza plusvalenza per Alfa.

A norma del comma 4 dell’articolo 2561 del Codice civile, la differenza tra le consistenze d’inventario all’inizio e al termine dell’affitto d’azienda è regolata in danaro, sulla base dei valori correnti, così anche per gli eventuali beni acquistati dalla società Alfa e trasferiti assieme al contratto.

Pertanto, il trasferimento dei beni a favore del ...