Contabilità

Bancarotta, il Gup che ha deciso il fallimento non è ricusabile

di Patrizia Maciocchi

Per ricusare il giudice dell’udienza preliminare relativa a reati di bancarotta fraudolenta non basta che sia lo stesso magistrato che ha concorso a deliberare il fallimento dell’impresa. Nè è una giusta causa il suo ruolo di relatore nel procedimento di opposizione alla dichiarazione di insolvenza proposta dall’imputato, se in tali pronunce non ha fatto valutazioni di merito sui fatti addebitati.

La Cassazione ( sentenza 17180 ) applica un principio utile a respingere un’istanza di ricusazione per...