Controlli e liti

Beni confiscati, non retroattiva la stretta sui diritti dei terzi

di Giovanni Negri

La riforma del Codice antimafia non è retroattiva. E, almeno per il momento, la banca tira un sospiro di sollievo. La stretta decisa con la legge n. 161 del 2017 quanto a tutela delle ragioni del terzo interessato da una misura di prevenzione non si applica ai procedimenti in corso al 19 novembre. Lo ha chiarito la Corte di cassazione con la sentenza n. 1412 della Quinta sezione penale depositata ieri.

La Corte ricorda innanzitutto che con la riforma di poche settimane fa si è proceduto a rendere ...