Controlli e liti

Capitali all’estero, inviti di Agenzia e GdF per «spingere» la voluntary -bis

di Antonio Iorio

Il Fisco prova a spingere la voluntary-bis facendo leva su chi non ha ancora sanato (in tutto o in parte) le mancate dichiarazioni di patrimoni detenuti all’estero. Dopo la partenza della campagna sulle residenze fittizie (si veda Il Quotidiano del Fisco del 4 marzo ), è l’ora dei controlli sui contribuenti italiani che hanno percepito interessi nel 2013 in Stati esteri e non sono stati dichiarati e sui connazionali che risultano intestatari di conti in Paesi a fiscalità privilegiata ...