Professione

Con il decreto privacy Garante alla prova delle revisioni

di Rosario Imperiali

Sulla tavola della protezione dei dati personali sono state molte le primizie da assaporare negli ultimi tempi: gli strumenti della riforma Ue, comprensiva del regolamento generale e della direttiva 680 per finalità di polizia e di giustizia penale - con i suoi cinque anni di gestazione - le norme nazionali di recepimento della direttiva citata – per l'Italia, il decreto 51/2018– le norme di adeguamento dovute al Gdpr.

“Recepimento” ed “adeguamento” sono termini lessicali che marcano la distinzione...