Controlli e liti

Contestabile il reddito «irragionevole»

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Il contribuente non può a priori e qualitativamente contestare la metodologia accertativa applicata dall’amministrazione. Lo può però fare a posteriori se i risultati quantitativi a cui è pervenuta l’amministrazione sono irragionevoli e incongrui in confronto con i dati di comune esperienza e di ciò il giudice tributario deve tenerne conto nel giudizio di rinvio. Così la Corte di cassazione, sezione tributaria civile, sentenza 2873-2017 (presidenteTirelli, relatore Luciotti) di ieri....

L’amministrazione...