Professione

Dall’oro digitale ora nascono anche «unicorni»

di Pierangelo Soldavini

Lo scorso marzo il bitcoin superava l’oro. Il metallo giallo, quello fisico, valeva allora 1.227 dollari l’oncia, oggi è quotato 1.323 dollari, sostenuto nelle ultime settimane dalle tensioni attorno alla Corea del Nord e ai piani di riarmo nucleare. Ma la riscoperta dell’oro come il più classico dei beni rifugio impallidisce, almeno stando ai numeri, di fronte a quello che sempre più si va candidando come “oro digitale”: pur con alti e bassi da brivido, il bitcoin è sostanzialmente quadruplicato...