Adempimenti

Dati antiriciclaggio utilizzabili dal Fisco

di Alessandro Galimberti e Valerio Vallefuoco

Le informazioni “sensibili” raccolte per l’antiriciclaggio e il contrasto al finanziamento del terrorismo passano agli archivi del fisco e si possono/devono scambiare automaticamente tra i Paesi membri dell’Ue.

Dal 1° gennaio sono infatti entrate in vigore le nuove regole europee che obbligano gli Stati membri a fornire alle autorità fiscali competenti (quelle cioè del Paese di residenza della persona fisica interessata) l’accesso ai dati raccolti sul riciclaggio del denaro proveniente...