Esperto RispondeImposte

Deducibili al 50% i costi dell’immobile promiscuo del professionista, per l’Iva necessario il calcolo analitico

di Albino Leonardi

La domanda

Si parla spesso del prossimo debutto della precompilata Iva. Le fatture dei professionisti per costi promiscui (si pensi ad uno studio professionale all’interno di una abitazione) come vanno trattati ai fini dei redditi e dell’Iva considerato che spesso le utenze sono di natura privatistica (i contratti cioè sono stipulati con il solo codice fiscale)? Tra queste soluzione qua è quella corretta?
1) Registrazione della fattura cartacea con Iva indetraibile 100% e costo deducibile al 50%;
2) registrazione dell’importo della fattura come costo senza la rilevazione ai fini Iva;
3) non è possibile con l’introduzione della fattura elettronica alcuna registrazione e quindi alcuna detraibilità e deducibilità non transitando la fattura dallo Sdi.
C. F. - Messina

Per rispondere alla domanda del lettore, occorre distinguere l'ambito Iva da quello delle imposte sui redditi. Relativamente alle imposte sui redditi, costi sostenuti in relazione agli immobili promiscui utilizzati dal professionista sono deducibili al 50 per cento (articolo 54, comma 3, Testo unico delle imposte sui redditi, Dpr 917/1986). Non è possibile applicare una misura di deduzione diversa da quella indicata, anche se la porzione dell’unità immobiliare che il professionista utilizza per l...