Adempimenti

Dichiarazione Iva, Assonime propone il rinvio al 30 giugno

di Simona Ficola e Benedetto Santacroce

In breve

Lo slittamento non risolve le incongruenze però dell’attuale modello. Sarebbe opportuno, vista la crisi, conteggiare come versati i pagamenti prorogati

Il credito Iva potenziale collegato ai versamenti sospesi dallo Stato per la pandemia ai contribuenti in difficoltà, inserito nella dichiarazione Iva di quest’anno, continua a far parlare di sé. Del tema si è occupata Assonime con la circolare 11 del 16 aprile 2021. L’Associazione, per aumentare il credito utilizzabile propone di far slittare il termine di presentazione della dichiarazione dal 30 aprile al 30 giugno. Questa proposta, se, da un lato, offre ai contribuenti di avere più tempo per versare...