Imposte

Diritto di superficie, atto nel 2023 e rate nel 2024: nuova tassazione da non applicare

Gli atti stipulati negli anni precedenti ma con pagamenti dilazionati che ricadono nel 2024 non dovrebbero essere assoggettati alla nuova tassazione anche se la legge di Bilancio non detta eccezioni specifiche

di Gianluca Dan

L’imposizione Irpef del nuovo reddito diverso rappresentato dalla costituzione di diritti reali sugli immobili disposta dal comma 92 della Legge di bilancio per il 2024 sta ponendo diversi interrogativi agli operatori. Uno di questi è rappresentato dall’applicabilità della nuova disciplina agli atti stipulati negli anni precedenti ma con pagamenti dilazionati che ricadono nelle nuove previsioni di legge in vigore dal 1° gennaio 2024.

Come si desume dalla relazione tecnica alla Legge di bilancio, secondo...