Contabilità

Dividendi, l’imposta al 26% penalizza gli enti finanziari

di Giorgio Gavelli e Marco Piazza

L’imposta secca del 26% sui dividendi percepiti dalle persone fisiche al di fuori dall’esercizio d’impresa, introdotta dalla legge di Bilancio 2018 con una decorrenza del tutto peculiare, è particolarmente penalizzante per quelli distribuiti dagli enti creditizi e finanziari, che oltre all’Ires del 24% scontano un’addizionale del 3,5%.

L’addizionale colpisce specialmente le banche, gli intermediari finanziari autorizzati dalla Banca d’Italia all’esercizio dell’attività di concessione di finanziamento...