Diritto

È amministratore di fatto chi dà direttive via Skype anche senza mai andare in azienda

di Giovanbattista Tona

Il marito dell’amministratrice di diritto di una società, che in collegamento Skype, pur senza mai recarsi in azienda, suggerisce alla moglie quali determinazioni assumere nella gestione della società deve essere considerato un amministratore di fatto. Non è inoltre necessaria la prova del diretto suggerimento delle scelte gestionali: bastano indizi univoci dello svolgimento delle attività proprie dell’amministratore.
Sono alcuni dei chiarimenti forniti dalla Cassazione in due recenti sentenze (la...