Controlli e liti

False dichiarazioni, concorso nel reato se il visto è infedele

di Antonio Iorio

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

L’invio telematico di false dichiarazioni Iva con apposizione di un visto di conformità mendace omettendo qualsivoglia controllo è sintomatico del contributo del commercialista al compimento alle attività illecite del cliente. Pertanto è configurabile una responsabilità a titolo di concorso nel reato. A fornire questa rigorosa interpretazione, ancorché relativa alla fase cautelare, è la Cassazione con la sentenza 26089/2020 depositata il 16 settembre.

Nell’ambito di un complesso procedimento penale...