Esperto RispondeImposte

Forfettari, l’attività informatica conclusa nel 2018 non preclude l’aliquota al 5% per la start up nata nel 2020

di Cristina Odorizzi

La domanda

Un soggetto ha aperto la partita Iva e si è iscritto alla Camera di commercio il 18 maggio 2020 nel settore dell’informatica (riparazione e manutenzione computer e sevizi di consulenza nel settore delle tecnologie dell'informatica) aderendo al regime forfettario. Si chiede se possa applicare l’aliquota ridotta del 5% per il primo periodo (2020) e per i quattro successivi, avendo la seguente situazione:
- precedente attività come socio di società di capitali e successivamente titolare di ditta individuale nel settore dell’informatica (fino al 7 maggio 2015);
– lavoro dipendente part-time svolto alle dipendenze di azienda operante nel settore dell’informatica (dal 5 giugno 2015 al 29 settembre 2018);
- lavoro dipendente part-time svolto alle dipendenze di azienda operante nel settore della fabbricazione di mobili (dal 3 ottobre 2018 al 29 febbraio 2020).
A. B. – Pisa

Si ricorda, in premessa, che il regime fiscale forfettario è stato introdotto dalla legge 190/2014, così come modificata dalla legge 208/2015 e poi modificato dalla legge 145/2018 e dal decreto legge 124/2019 (per quanto riguarda i requisiti di accesso e di permanenza nel regime). Si tratta di un regime fiscale naturale per imprenditori e liberi professionisti con applicazione di imposta sostitutiva del 15% per le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni. L’imposta sostitutiva...