SpecialiControlli e liti

Giustizia tributaria, verso la riforma del contenzioso

a cura di Ivan Cimmarusti

IN SINTESI

Le posizioni sono distanti ma non inconciliabili. Il dialogo appare fondamentale per sciogliere i nodi in capo alla Commissione interministeriale Mef-Giustizia e portare a casa una riforma del contenzioso tributario «strutturale» ma allo stesso tempo snella, in linea con i principi del Piano nazionale di ripresa e resilienza del Governo di Mario Draghi.

In campo ci sono 16 componenti - tra magistrati ordinari e tributari, docenti universitari, professionisti e dirigenti dell’Amministrazione finanziaria e del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria – con diverse sensibilità sul tema, alcune decisamente incompatibili, che si scontrano anche sul principale obiettivo della riforma: «professionalizzare» il giudice fiscale senza però perdere tutte quelle competenze acquisite che sono rappresentate dagli attuali giudici tributari, che oggi svolgono la funzione in sostanziale part-time.

Ma sarebbe riduttivo ritenere l’istituzionalizzazione del giudice l’unico principio per rivoluzionare questa giurisdizione, da anni bisognosa di un restyling. Interventi sulla fase del merito (nelle Ctp e Ctr) si rendono necessari per diminuire l’afflusso di ricorsi in Corte di Cassazione, dove nel 2020 si è raggiunto un carico insostenibile (54mila pendenze), che rallenta le performance non solo della sezione tributaria.

Quei continui ricorsi bagatellari - il 46,1% dei procedimenti presentati in Ctp e Ctr nel 2020 ha un valore che non supera i 3mila euro - non dovrebbero neanche arrivare in giudizio, ma essere definiti con istituti deflattivi appositamente potenziati, come la mediazione. Invece queste cause di valore sostanzialmente irrilevante percorrono tutti i gradi di giudizio, arrivando fino alla Cassazione dove - per l’ampio numero di arretrati - si fermano anche per 3-4 anni. Il risultato è una giustizia fiscale in stallo, con grave riflesso sul mondo dell’impresa.

  • Newsletter

    Ogni mattina l'aggiornamento sulle ultime novità dalla redazione di Norme e Tributi. Uno strumento gratuito e indispensabile per la professione.
  • Community

    Il punto di incontro tra professionisti, esperti fiscali e la redazione di Norme e Tributi, sugli argomenti di maggiore attualità.