SpecialiContabilità

I bilanci 2020 alla prova delle norme anti-Covid. Nuova scadenza e stop agli ammortamenti

LE NOVITÀ IN SINTESI

Le società che si accingono ad approvare i bilanci 2020 dispongono di diverse norme di favore, ma nell'applicazione concreta di queste disposizioni devono tenere conto di una serie di aspetti critici. Oltre al rinvio del termine di approvazione nei 180 giorni dalla chiusura dell'esercizio (articolo 106 del Dl 18/20), le altre disposizioni di interesse riguardano continuità aziendale e perdite, imputazione degli ammortamenti e rivalutazione.

I termini di approvazione. La legge di conversione del Milleproroghe ha posticipato dal 31 marzo al 31 luglio 2021 il termine entro il quale possono essere «tenute», sulla base dell’articolo 106 del decreto legge 18/2020, le assemblee delle società di capitali e delle cooperative (imponendo ai partecipanti di intervenire mediante audio-video conferenza) e le assemblee delle società quotate (imponendo ai soci di parteciparvi conferendo una delega al cosiddetto «rappresentante designato», nominato dalla società).

La gestione delle perdite e le altre disposizioni. Una delle tematiche più delicate della attuale crisi pandemica è rappresentata dalle perdite del 2020 e dalla gestione delle stesse per le società che le hanno conseguite. Al di là, infatti, di alcune misure emergenziali volte a ridurre l'effetto di queste perdite, vedasi la sospensione in tutto o in parte degli ammortamenti o la rivalutazione di taluni asset che è in grado di incrementare il patrimonio netto, vi saranno casi in cui comunque tali perdite incideranno sul conto economico del 2020 e si porrà la questione della gestione delle stesse.

L’originario articolo 6 del Dl 23/20 è stato sostituito dal comma 266 della legge di Bilancio 2021, prevedendo che la sistemazione delle perdite relative al 2020 possa essere rinviata in fase di approvazione dei bilanci 2025 (ovvero a primavera del 2026).

I correttivi alle rivalutazioni. Intanto è in arrivo un possibile correttivo alle nuove regole sul riallineamento dell’avviamento e dei beni di impresa introdotte a fine anno con la legge di Bilancio 2021. In pochi mesi la possibilità di far emergere nei bilanci beni fino ad oggi mai indicati nello stato patrimoniale e di poter eliminare le divergenze tra i valori fiscali e quelli contabili ha attratto l’attenzione di molte imprese. Il Governo teme però un impatto troppo pesante sui conti pubblici: le soluzioni allo studio potrebbero portare a una modifica della platea dei beni ammessi alla rivalutazione e a un contestuale aumento dell'imposta sostitutiva o ad un allungamento del periodo di ammortamento fiscale. (Aggiornato il 1° aprile 2021).

GLI ARTICOLI

● I BILANCI IN GENERALE

Risultato 2020 o deduzioni future: trade-off per i bilanci in chiusura di Primo Ceppellini e Roberto Lugano (15 marzo 2021)

Ammortamenti e rivalutazioni, così i bilanci assorbono il Covid di Alessandro Germani e Franco Roscini Vitali (1 marzo 2021)

● APPROVAZIONE E ASSEMBLEE

Spa e Srl, proroga di 180 giorni per l’approvazione dei bilanci 2020 di Franco Roscini Vitali (2 marzo 2021)

Fino a luglio assemblee online e 180 giorni per le convocazioni di Angelo Busani (8 marzo 2021)

● CONTINUITÀ AZIENDALE

La deroga alla continuità aziendale non esonera dalle verifiche di Niccolò Abriani e Nicola Cavalluzzo (18 marzo 2021)

Informativa a rischio di giudizio negativo da parte del revisore di Niccolò Abriani e Nicola Cavalluzzo (18 marzo 2021)

● PERDITE

Perdite rilevanti, per il collegio sindacale onere di controllare la correttezza delle decisioni di Riccardo Borsari (2 aprile 2021)

Copertura entro i bilanci 2025 per tutte le perdite del 2020 di Alessandro Germani e Franco Roscini Vitali (5 marzo 2021)

La deroga per le perdite 2020 estesa anche alle passività di anni successivi di Angelo Busani (25 febbraio 2021)

● AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI

Quota di ammortamento sospesa in base al criterio temporale di Franco Roscini Vitali (17 marzo 2021)

Stop ammortamenti: così l'indicazione nel modello Redditi di Davide Cagnoni e Angelo D'Ugo (8 marzo 2021)

Sospensione degli ammortamenti, i diversi vincoli sul patrimonio di Davide Cagnoni e Angelo D'Ugo (8 marzo 2021)

Possibile non svalutare i titoli iscritti nell'attivo circolante di Alessandro Germani e Franco Roscini Vitali (8 marzo 2021)

● RIVALUTAZIONI

L’Oic: beni immateriali rivalutabili anche se non iscritti in bilancio di Franco Roscini Vitali (1° aprile 2021)

Rivalutazioni dei marchi, patent box non vincolante di Luca Gaiani (30 marzo 2021)

Avviamento, know how e marchi: sconti fiscali verso un correttivo di Marco Mobili (12 marzo 2021)

Riallineamenti, l’ammortamento si ferma alla quota residua di Giorgio Gavelli e Marco Piazza (23 marzo 2021)

Tre metodi contabili per gestire le rivalutazioni di Paolo Meneghetti e Gian Paolo Ranocchi (22 marzo 2021)

Rivalutazione civilistica al test del saldo attivo di Paolo Meneghetti (8 marzo 2021)

Rivalutazione al bivio per alberghi e terme di Gianluca Dan e Franco Vernassa (15 marzo 2021)

Rivalutazione senza vincoli per fabbricato e terreno di Giorgio Gavelli (9 marzo 2021)

Newsletter

Ogni mattina l'aggiornamento sulle ultime novità dalla redazione di Norme e Tributi. Uno strumento gratuito e indispensabile per la professione.

Community

Il punto di incontro tra professionisti, esperti fiscali e la redazione di Norme e Tributi, sugli argomenti di maggiore attualità.