Controlli e liti

I contratti all’estero non escludono la stabile organizzazione in Italia

di Emilio de Santis

La circostanza per la quale i contratti di impresa, compresi quelli inerenti l’acquisto di beni strumentali utilizzati per l’esercizio della medesima, sono stati realizzati all’estero, ove una società ha la sede legale, non esclude, di per sé, l’esistenza di una sua stabile organizzazione in Italia. In effetti nel Commentario del modello di Convenzione dell’Ocse, all’articolo 5 paragrafo 1, punti 2, 4 e 5.1 vengono forniti alcuni presupposti per l’identificazione della stessa e cioè:
a)l’esistenza...