Controlli e liti

I costi di ripristino dei locali sostenuti dall’inquilino non sono «canoni» per il locatore

di Massimo Romeo

La previsione contrattuale che prevede il ripristino dei locali locati, già di per sé idonei all’esercizio dell’attività, allo stato di consegna è da intendersi, ai fini fiscali, nel senso che i lavori eseguiti (e i connessi oneri) non sono posti in essere per restare a miglioria dei locali con un vantaggio per il locatore; pertanto, per quest’ultimo, non possono essere considerati “canoni di locazione” ovvero come compensazione della riduzione del canone pattuita e concorrere alla tassazione del...