Esperto RispondeAdempimenti

Il credito da dichiarazione Iva presentata prima del 24 aprile segue le vecchie regole

di Giuseppe Barbiero

La domanda

Un soggetto presenta la dichiarazione Iva/2017 il 28 febbraio 2017 da cui scaturisce un credito Iva da utilizzare in compensazione pari a 10mila euro. Poiché tale contribuente è fisiologicamente a credito è stata inoltrata il 28 aprile 2017 la dichiarazione Iva trimestrale (I trimestre 2017) per la richiesta di utilizzo in compensazione del credito emergente (pari a 7.412,86 euro ) senza apporre il visto di conformità.
Si chiede se, in vista della prossima scadenza del versamento delle imposte sui redditi, tale credito possa essere interamente utilizzato in compensazione senza l’apposizione del visto di conformità o, alternativamente, quale dichiarazione vada ripresentata munita di visto.

Poiché le nuove regole sul visto di conformità per il rimborso o la compensazione orizzontale dei crediti tributari di importo superiore a 5.000 euro, di cui al decreto legge numero 50 del 2017, trovano applicazione con riferimento a tutte le dichiarazioni presentate dal 24 aprile 2017 (vedasi risoluzione 57/E/2017), il residuo credito da dichiarazione Iva 2017 presentata anteriormente a tale data, può essere utilizzato in compensazione orizzontale mediante modello F24 – in quanto non superiore alla...