Imposte

Il Fisco parte da 780 milioni di extragettito da concordato

Dal Mef stima prudente dei recuperi dagli accordi biennali con le partite Iva, ma l’obiettivo è raggiungere quota due miliardi con la piena interoperabilità delle banche dati

di Marco Mobili e Gianni Trovati

Il concordato preventivo biennale per le partite Iva parte da 780 milioni di euro. Tanto è il gettito aggiuntivo stimato nella versione finale del decreto legislativo sull’accertamento, attuativo della delega fiscale, arrivato alla bollinatura della Ragioneria generale dello Stato. Ma si tratta, almeno nelle speranze del Governo, di un punto di partenza, perché a regime dalle intese biennali con gli autonomi al ministero dell’Economia si aspettano un ricostituente per le entrate nell’ordine dei due...