Imposte

Il Fisco riconosce il trasferimento all’estero solo a partire dalla cancellazione in Comune

di Francesco Avella

La Corte di cassazione nella sentenza n.16634/18 ribalta il verdetto della Ctr Puglia n. 64/07/2017 (si veda il Qf del 31 marzo 2017) affermando che ai sensi dell’articolo 2, comma 2, Tuir le persone iscritte nelle anagrafi della popolazione residente dovrebbero considerarsi «in ogni caso residenti» con la conseguenza che, ai fini delle imposte sui redditi, «il trasferimento della residenza all’estero non rileva fino a quando non risulti la cancellazione dall’anagrafe di un Comune italiano».
La Ctr...