Controlli e liti

Il raddoppio dei termini segue le regole vigenti all’epoca dei fatti

di Roberto Bianchi

Il raddoppio dei termini, disciplinato dall’articolo 43, comma 3, del Dpr 600/1973 e dall’articolo 57, comma 3, del Dpr 633/1972, nei testi applicabili all’epoca dei fatti, contempla esclusivamente l’obbligo della denuncia penale, ai sensi dell’articolo 331 del Codice di procedura penale, per uno dei reati regolati dal Dlgs 74/2000 e non anche la sua effettiva presentazione. A tale conclusione è giunta la Cassazione attraverso l’ ordinanza 5126/2018 .
...

La Ctr della Lombardia ha accolto l’appello proposto...