Controlli e liti

Il ritardo nel pagamento dell’imposta sostitutiva blocca l’affrancamento

di Giorgio Gavelli

Il versamento tardivo della prima o unica rata dell’imposta sostitutiva dovuta dalle persone fisiche in caso di affrancamento di valore delle partecipazioni non quotate o dei terreni posseduti al di fuori della sfera imprenditoriale rende inefficace l’opzione, per cui diviene imponibile la plusvalenza calcolata senza considerare il valore di perizia.

Il principio, da tempo sostenuto dall’amministrazione finanziaria, viene adesso confermato dalla Corte di cassazione, con ordinanza n. 5981 depositata...