Esperto RispondeAdempimenti

Il sublocatore mantiene l’intera detrazione sul canone d’affitto

di Alfredo Calvano

La domanda


Un inquilino è unico intestatario di un contratto di locazione per un immobile ad uso abitativo composto da due stanze da letto (locazione 5.000 euro annui). Nel contratto di locazione è prevista la sublocazione. Nel caso di sublocazione di una stanza dell’appartamento il reddito diverso del inquilino/sublocatore può essere considerato come differenza tra l’ammontare percepito dalla sublocazione della stanza a terzi (2.500 euro annui) e le spese specificamente inerenti (metà del canone di locazione corrisposto al proprietario: 2.500 euro), quindi 2.500-2.500=zero?
La detrazione per canoni di locazione nel modello 730 del inquilino/sublocatore va essere indicata al 50% pur essendo, il contratto di locazione principale, intestato solo a lui?

Il reddito da sublocazione conseguito dal conduttore dell’immobile è ascritto alla categoria dei redditi diversi (articolo 67 del Tuir); la base imponibile è determinata dalla differenza fra il canone così conseguito a titolo di sublocazione e quanto da egli pagato al locatore proprietario (circolare 55/E/2002). Nel caso specifico, poiché oggetto del rapporto di sublocazione è costituito da una parte soltanto dell’unità immobiliare, occorre che la quota di canone “passivo” da dedurre dal canone “...