Esperto RispondeImposte

Il tour operator che si trasforma in società turistica perde il «credito di costo»

di Giuseppe Barbiero

La domanda

Una società che fino al 31 dicembre 2017 svolgeva l’attività di tour-operator/agenzia viaggio dal 1° gennaio 2018 passa ad impresa turistica. L’attività di tour operator svolta in regime speciale 74-ter ha chiuso l’anno con un «credito di costo». Variando l’attività però varia anche il regime che diventa “ordinario”. Il “credito di costo” viene perso? O l’Iva relativa a quel margine negativo o per lo meno l’Iva esposta delle fatture può essere recuperata?

Si ritiene che la cessazione al 31 dicembre 2017 dell’attività di tour operator /agenzia di viaggio, svolta con applicazione del regime speciale di cui all’articolo 74 ter del Dpr 633/1972; e lo svolgimento dal 1° gennaio 2018 di un’attività di diversa natura con applicazione del regime Iva ordinario, abbia comportato la perdita del «credito di costo» di cui al comma 2 dell’articolo 74 ter citato, per la non utilizzabilità di tale credito nei periodi temporali successivi, previsto dall’articolo 6...