Finanza

In scadenza a settembre una maxi rata di debiti

di Paolo Rinaldi

In breve

Le imprese possono essere considerate in grado di ricevere interventi di modifica dei piani già approvati, con moratorie e/o spalmature delle rate, senza ricorrere a una classificazione a sofferenza.

Anche per le operazioni di ristrutturazione del debito in corso sono pervenuti chiarimenti fondamentali, relativamente alle imprese che erano in difficoltà prima: si tratta di crediti Utp o oggetto di operazioni di restructuring, che hanno già uno status forborne ed a seguito di esso devono performare all’interno di un piano di risanamento. Queste imprese possono essere considerate in grado di ricevere interventi di modifica dei piani già approvati, con moratorie e/o spalmature delle rate, senza ...