Imposte

Indeducibili i corrispettivi all’associazione sportiva non iscritta al Coni

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

I corrispettivi corrisposti all’associazione sportiva dilettantistica entro il limite annuo di 200mila euro sono, per presunzione legale assoluta, spese di pubblicità. Ma la mancata iscrizione dell’associazione sportiva al Registro del Coni (Comitato olimpico nazionale italiano), anche se obbligatoria solo dal 2008, impedendole di provare l’effettività del proprio status di associazione dilettantistica, può travolgere la deducibilità del soggetto erogatore. Così la sentenza 7202-17 della Cassazione...