Imposte

Integrazione salariale del non residente tassata per l’attività che avrebbe dovuto svolgere in Italia

di Marco Strafile

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

Con la risposta a interpello 290/2021 l’agenzia delle Entrate si occupa del caso di un pilota di aeromobili fiscalmente non residente in Italia, che svolge attività lavorativa su voli interni ed internazionali, alle dipendenze di una società estera con stabile organizzazione in Italia.
Nel quesito l’istante rappresenta che a seguito del fermo voli imposto nel 2020 dovuto all’emergenza sanitaria, ha percepito l’integrazione salariale dal Fondo speciale del trasposto aereo; indennità da considerarsi...