Esperto RispondeImposte

L’affitto della stanza per le feste sconta l’Iva ordinaria

di Giorgio Confente

La domanda


Un soggetto Iva stipula contratti commerciali transitori a favore di persone fisiche per l’utilizzo di una stanza presente nel proprio negozio nella quale vengono organizzate delle feste.
Al momento dell’incasso del canone stabilito contrattualmente deve essere emessa fattura esente Iva ai sensi dell’articolo 10, non essendo stata manifestata sui contratti di locazione la volontà di renderla imponibile, oppure l’Iva va indicata in quanto prestazione di servizi?
A.P. – Roma

Il servizio descritto dal lettore nel quesito, sotto il profilo della normativa Iva, non ha le caratteristiche del contratto di locazione per cui è previsto il regime di esenzione. Quindi, l’utilizzo della stanza per l’organizzazione di feste deve essere considerata una generica prestazione di servizi imponibile con aliquota Iva ordinaria del 22%. La Corte di Giustizia UE ha costantemente definito la locazione di beni immobili come il diritto conferito dal proprietario di un immobile al locatario...