Contabilità

L’ammortamento guarda alle stime della vita utile

di Davide Cagnoni e Angelo D'Ugo

ADOBESTOCK

In breve

L’ammortamento dell’avviamento è effettuato secondo la sua vita utile; se questa, in via eccezionale, non è stimabile, è ammortizzato entro un periodo non superiore a dieci anni. L’Oic 24 stabilisce che, se dall’applicazione degli elementi indicati emerge una stima superiore ai dieci anni, occorrono fatti e circostanze oggettivi a supporto di questa stima (che, in ogni caso, non può superare i 20 anni).

Prima di verificare i presupposti di deducibilità fiscale dell’avviamento e, quindi, valutare la possibilità di optare per uno dei regimi fiscali di affrancamento, è necessario accertarsi di operare correttamente dal punto di vista contabile. Infatti, a differenza delle altre voci dell’attivo di stato patrimoniale, l’avviamento merita particolare attenzione in quanto soggetto a regole contabili ben delineate.

La rilevazione in bilancio
In base all’articolo 2426, comma 1, numero 6 del Codice civile...