Imposte

L’e-commerce sconterà l’imposta nel paese di arrivo

di Alan Rhode

Dal 1° gennaio 2021 l’Iva sulle vendite e-commerce a consumatori europei sarà sempre dovuta nello Stato di destinazione dei prodotti, a prescindere dal volume d’affari generato dal “merchant”. Nel complicato sistema attualmente in vigore, invece, l’Iva sulle vendite a distanza si applica nello stato di partenza dei prodotti fino a quando il venditore non raggiunge una specifica soglia di volume d’affari annuo nello Stato di destinazione (da 35.000 a 100.000 euro, a seconda dello Stato). Una volta...