Esperto RispondeImposte

L’imprenditore deduce il 20% dei costi dell’auto in uso al collaboratore familiare

di Gianluca Dan

La domanda

Un'impresa familiare, settore commercio, intende acquistare un’autovettura e concederla in uso a un membro della famiglia che è collaboratore dell’impresa. Quale corrispettivo per l’utilizzo verrebbe riconosciuto il valore tabellare Aci (da dedurre dalla quota di utile annuale).
L’impresa può dedurre i costi dell’autoveicolo, quali ammortamento, carburante, manutenzione, bolli?
Il “valore normale” per il godimento del mezzo va indicato nella dichiarazione dei redditi da parte del collaboratore, insieme alla restante quota di utile, o separatamente?
M. S. – Varese

Si ritiene che nel caso di un’autovettura acquistata da un imprenditore e “assegnata” ad un collaboratore dell’impresa familiare si devono applicare le limitazioni dell’articolo 164 del Tuir, Dpr 917/1986, con deducibilità limitata al 20% dei relativi costi d’impiego e degli ammortamenti con costo fiscalmente ammortizzabile di massimo 18.076 euro. Inoltre, l’articolo 67, comma 1 lettera h-ter) del Tuir, Dpr 917/1986, prevede che al collaboratore venga imputato un reddito “diverso” pari alla differenza...