Esperto RispondeAdempimenti

L’indennità di esprorio entra nel quadro RM del modello Redditi

di Alfredo Calvano

La domanda

Nell’anno 2017 un mio cliente ha ricevuto somme derivanti da indennità di esproprio, di un terreno di pubblica utilità, effettuate dal comune. Successivamente è pervenuta regolare certificazione, rilasciata dalla banca, dove è stato compilato il campo «somme liquidate a seguito di pignoramento presso terzi», inserendo il codice fiscale del debitore principale (il comune), indicando nel campo somme erogate l’importo di 240.124,00 euro e ritenute operate 46.579,00 euro. Il cliente ha sostenuto spese legali pari ad 7.229,00 euro. La ritenuta è a titolo d’imposta. Queste indennità vanno dichiarate nel quadro RM sezione XI rigo 24?
Se così fosse, la differenza della ritenuta di euro 1.446 euro (240.124,00 x 20% = ritenuta calcolata 48.025) meno (lordo 240.124,00 - spese 7.229,00 = netto 232.895 x 20% = ritenuta indicata in certificazione 46.579,00) va versata come somme soggette a tassazione separata?
C.D. – Taranto

Si conferma la necessità di compilare il rigo RM24 sezione XI del modello Redditi persone fisiche, trascrivendovi i previsti codici diagnostici, allo scopo di monitorare la tipologia di reddito conseguito dal contribuente e le ritenute su di esso effettuate dal terzo debitore pignoratizio. Il debito d’imposta (di 1.446 euro ) che, a seguito della riliquidazione operata dall’interessato, risulta alla colonna 7 del predetto rigo RM24 (da riportare altresì nel quadro RX, rigo RX16), va versato con modello...