Imposte

La holding senza proventi supera il test di vitalità

di Luca Gaiani

La holding può superare il test di vitalità per il riporto delle perdite e degli interessi in sede di fusione anche in assenza di proventi a seguito della mancata distribuzione di utili dalle partecipate. Il chiarimento giunge dall’agenzia delle Entrate con la risposta n. 94 di ieri. È inoltre irrilevante l’assenza di costi del personale, vista la particolare attività esercitata dalle holding.

La risposta n. 94/2018 prende in esame una fusione realizzata da una società (Alfa) con una sua controllata...