Controlli e liti

La permanenza dei verificatori in sede oltre i termini non blocca l’utilizzo delle prove raccolte

di Roberto Bianchi

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

L’ordinanza 6632/2021 della Cassazione: il termine non è perentorio e non determina la nullità degli atti posti in essere successivamente alla sua decorrenza

La violazione del termine di permanenza degli operatori dell’Amministrazione finanziaria presso la sede del contribuente - previsto dell’articolo 12, comma 5, della legge 212/2000 (Statuto del contribuente) - non determina la sopravvenuta carenza del potere di accertamento ispettivo, né l’invalidità degli atti compiuti o l’inutilizzabilità delle prove raccolte. Nessuna di queste sanzioni, infatti, è stata prevista dal Legislatore, la cui scelta risulta razionalmente giustificata dal mancato coinvolgimento...