Controlli e liti

La sentenza basata su una supposizione errata cade con la revocazione

di Roberto Bianchi

Il ricorso per Cassazione, presentato in opposizione a una sentenza di appello che ha dichiarato la cessazione della materia del contendere, attraverso il quale si intende censurare una pronuncia di secondo grado in quanto erroneamente fondata su una supposizione di un fatto in realtà insussistente, è inammissibile, essendo un errore di tal fatta denunciabile attraverso lo strumento della revocazione ai sensi dell’articolo 95, n. 4 del codice di procedura civile. A tale conclusione è giunta la Corte...