Imposte

La web tax sulle prestazioni digitali gioca d’anticipo ma ha molte criticità

di Marco Emma e Giuseppe Pizzonia

Archiviata la prima versione italiana di “web tax” – di fatto, mai attuata – la legge di Bilancio 2019 istituisce la nuova “Imposta sui servizi digitali” (Isd), nella misura del 3 per cento sui ricavi lordi (al netto di Iva e imposte indirette) derivanti da pubblicità online mirata agli utenti di interfacce digitali, dalla messa a disposizione d’interfacce digitali multilaterali per l’interazione tra utenti, anche al fine di agevolare la fornitura diretta di beni o servizi (marketplace), e dalla ...